Che cosa significa “SEPA”? Quando mi serve un addebito SEPA?

L’Area unica dei pagamenti in euro SEPA (Single Euro Payments Area) include i 28 paesi dell’Unione Europea, nonché la Svizzera, Monaco, San Marino, la Norvegia, il Liechtenstein e l’Islanda.

 

Prima dell’entrata in vigore della SEPA, i paesi si basavano su determinati processi per effettuare dei bonifici, degli addebiti o dei pagamenti senza contanti. Oggi esistono degli standard uniformi e grazie all’IBAN e allo SWIFT/BIC (Bank Identifier Code) anche dei dati uniformi relativi al conto corrente e ciò offre dei vantaggi per chi effettua dei pagamenti transfrontalieri.
Grazie alla SEPA è possibile prelevare dei contanti tramite la tua carta di debito a tutti gli sportelli automatici in Italia e all’estero.

 

 

 

L’addebito SEPA funziona nella stessa maniera dell’autorizzazione di addebito in Italia, la differenza è che è valido in tutti i paesi SEPA. In questa maniera autorizzi, ad esempio, un’azienda a prelevare del denaro dal tuo conto mediante una procedura d’addebito. Affinché la banca possa effettuare l’addebito, devi aver sottoscritto un’autorizzazione.

Non è più necessario quindi avere un conto all’estero, ad esempio per pagare la bolletta della luce del tuo alloggio per studenti a Monaco, ma verrà saldata automaticamente:
l’importo indicato nella bolletta del fornitore di energia elettrica in Germania verrà addebitato direttamente sul tuo conto in Alto Adige.

Indietro

Sapere finanziario è un portale online delle Casse Raffeisen dell'Alto Adige con informazioni su temi bancari e finanziari. L'obiettivo del portale è di mettere a disposizione dei giovani altoatesini informazioni semplici e affidabili.